Vista l’Ordinanza n. 658 del 29 marzo 2020 del Capo Dipartimento della Protezione Civile con la quale sono stati disposti ulteriori interventi urgenti definiti di “solidarietà alimentare”, consistenti nell’acquisto di buoni spesa o generi alimentari e prodotti di prima necessità da destinare a nuclei familiari in difficoltà economiche, al Comune di Santomenna è stato riconoisciuto un fondo di € 4220,94, così, seppure in ritardo, il 2 aprile, e in modo poco traspirante, il comune ha attivato la procedura.

Ma ci sono almeno 3 problemi gravi:

1) I politici della maggioranza hanno chiesto i dati dei cittadini, e sorgono dubbi anche futuri sulla privacy, oltre al fatto che i cittadini bisognosi potrebebro avere difficoltà a compilare la domanda, considerato pure che i responsabili delle politiche sociali non si sono resi disponibili sul terriotrio all’uopo. Peraltro, per ora stanno maneggiando tutto sindaco e vicesindaco: quando la politica non avrebbe dovuto entrare nel merito!

2) comunicazione scarsa: come sempre solo agli amici e ai parenti. Quelli che di solito trovano impiego grazie a fondi che transitano per opera del comune.

3) non si capisce i beneficiari secondo quali critari avranno la priorità, né il quantum! Si farranno giochetti dopo che avranno avuto i dati dei cittadini? Boh!

Tuttavia, io consiglio a tutti coloro i quali si trovino in difficoltà di produrre la domanda. Chi non è ha bisogno, invece, avvisi tutti coloro i quali ne hanno bisgno.

La domanda:

il bando:

Il modulo e l’avviso sono scaricabili dal sito del comune: http://www.comune.santomenna.sa.it